Get Adobe Flash player

Bamako Jazz Tour

Share

Bamako Jazz Tour

BAMAKO JAZZ TOUR
Nasce da un'idea di Baba Sissoko e Arci Solidarietà Reggio Emilia, in collaborazione con Arci.
Il tour ha lo scopo di raccogliere fondi e promuovere il progetto Bamako Jazz, ovvero la realizzazione a Bamako in Mali di un centro per giovani musicisti.
Il ricavato delle serate, durante le quali saranno coinvolti ospiti e artisti, andrà interamente devoluto al progetto; Baba Sissoko si esibirà gratuitamente.

BABA SISSOKO
Baba Sissoko è un musicista maliano griot e polistrumentista, uno dei maggiori esponenti di musica etnica e jazz, da anni impegnato nella diffusione della tradizione musicale del Mali in ambito internazionale.
Da tempo collabora con diversi musicisti (Dee Dee Bridgewater, Art Ensemble of Chicago, Omar Sosa, Enzo Avitabile...) che, a partire dall'approccio tradizionale del jazz, hanno spostato la loro ricerca verso le radici più pure, riscoprendo le origini africane di tutta la "musica nera": blues, jazz e soul.
Nel 2018 è stato premiato come migliore musicista jazz africano.

Share

Baba Sissoko Obaland Awards

Share

 

Trofeo Obaland

 

 

First Malian Musician, Baba Sissoko to receive Obaland Royal Awards Honour.

April 29, 2018

Baba Sissoko “Obaland Royal Award” honouree for Best Africa Jazz musician of the Year 2018) (Honor)

 

Obaland academy recently recognised  one of the most respected Malian  Jazzist, musician, multi instrumentalist and a Jeli by birth, popularly known as Baba Sissoko, born on  08 March 1963.

On the 24th February 2018, Obaland academy committee  alongside the  traditional rulers from Edo State, earlier described  his music as  “Rythms from Heaven” while Chief Aiwansoba of Uselu, one of the Obaland academy trustees, defined  the Malian’s  Jazz hit maker as an evergreen musicacholic , due to series of Baba’s tracks aired  at Obaland academy’s  studio for consideration .

After a brief debate about Baba Sissoko’s  devotion  to  Arican traditional music and his innovative styles of crossing  genres of music, like  Classical  music with his madinka Jazz and blues fusion. Obaland academy  couldn’t do otherwise than announcing the bitter truth  by concluding positively to honour  Baba Sissoko with  a monarch prestigious  honour “Obaland  Awards” under the international category  “Obaland Royal Award“for Best Africa Jazz musician of the Year 2018 (Honor)

 

Share

Baba Sissoko Mediterranean Blues uscita

Share

Copertina Mediterranean Blues

BABA SISSOKO
«Mediterranean Blues»
Caligola 2229

Disponibile:
http://www.caligola.it/
shop/#!/BABA-SISSOKO-«Mediterranean-Blues»/p/25058070/category=6723005

Baba Sissoko (vocals, ngoni, tama, timbales),
Alessandro De Marino (clarinet, keyboards), Angelo Napoli (electric guitar),
Erick Jano (electric bass), Kalifa Kone (drums).
Special guests : Domenico and Fabrizio Canale (harmonica).

1) Mediterranean blues
2) Amina blues
3) Afro blues
4) Sahel blues
5) Djarabi blues
6) Bamako blues
7) Nomad blues.

All tunes composed by Baba Sissoko Live recorded by Beniamino Priorisi, at Piazza Duomo, San Piero Patti (Messina)

Baba Sissoko, griot e polistrumentista del Mali, classe 1963, ha stabilito da ormai 18 anni la sua residenza in Calabria, e la sua è diventata quindi una presenza costante (e di spicco) nel panorama musicale italiano. Attivo artefice della diffusione della tradizione musicale del suo paese nel mondo, nell’Art Ensemble del “dopo–Bowie” Sissoko ha avuto modo di mescolare l’amadran – che per molti studiosi è all’origine del blues – con il jazz e le musiche popolari afro–americane. Le successive prestigiose collaborazioni con Omar Sosa, Dee Dee Bridgewater e Roberto Fonseca, non hanno soltanto consolidato la sua fama internazionale, ma ci hanno anche fatto capire che la sua preferenza va a tutti quei musicisti che, a partire da un approccio tradizionale al jazz, hanno gradualmente spostato la loro ricerca verso le origini africane di tutta la musica nero–americana: blues, jazz e soul. Dopo il riuscito «Jazz (R)evolution» – firmato con Antonello Salis e Don Moye, trio di fatto paritetico – Sissoko torna a pubblicare per Caligola un altro lavoro “live”, ma stavolta fortemente sbilanciato verso il blues. Le canzoni eseguite nel concerto siciliano ci raccontano alla fine una vera e propria storia, e lo fanno nel più tipico stile del leader. Proprio il blues (o l’amadran se preferite), che ci racconta storie che nascono nell’anima di chi le canta, rappresenta per Sissoko una grande occasione di incontro fra diverse culture ed il titolo, «Mediterranean Blues» – che è anche il brano di apertura del disco – assume un significato altamente simbolico, perché proprio il mare Mediterraneo, oggi luogo di morte e contrasti, ha invece da sempre favorito l’incontro fra culture, popoli e tradizioni diverse. Affiancato dal suo collaudato gruppo elettrico, dove convivono mirabilmente Mali, Camerun e Sud Italia, Sissoko ha voluto accentuare la componente blues del progetto invitando in alcuni brani come ospiti Domenico e Fabrizio Canale (padre e figlio), apprezzati bluesman calabresi, ed in quest’occasione anche eccellenti armonicisti.

Share